25 agosto 2016

Silenzio in Sala - Le Nuove Uscite al Cinema

Se il cinema serve a qualcosa, serve per distrarre nei momenti più difficili.
Questa settimana, per fortuna, sembra finita la vacanza anche per la programmazione italiana che tra leggerezza da non sottovalutare made in France, pellicole dal sapore sud americano e teneri documentari italiani sa intrigare.
Poi, certo, c'è anche Blake Lively in costume.

Ma Loute
Dopo aver conquistato con uno stile non sense e grottesco il piccolo schermo con Pt'it Quinquin, Bruno Dumont torna al cinema, con un altro ispettore sui generis chiamato ad indagare nel nord della Francia su misteriose sparizioni.
Sarà ospite di una famiglia aristocratica dove non mancano i segreti.
Cast di gran classe (Fabrice Luchini, Juliette Binoche, Valeria Bruni Tedeschi) per un film che una visione la merita.
Trailer
Il Diritto di Uccidere
Impianto teatrale, lotta al terrorismo, Helen Mirren, Aaron Paul, Alan Rickman protagonisti.
La serietà c'è, l'impegno pure, ma forse anche un po' troppa pesantezza che a fine agosto ancora non si vuole incontrare.
Trailer
Il Clan
Presentato allo scorso Festival di Venezia, uno spaccato di realtà sull'Argentina post dittatura, dove rapimenti e riscatti sono all'ordine del giorno, anche all'interno di insospettabili famiglie.
Difficile da digerire, difficile entrare in empatia con i protagonisti.
Per saperne di più, leggere QUI
Escobar
A due anni dalla sua uscita americana, in attesa dell'attesissima seconda stagione della serie Netflix, Pablo Escobar lo troviamo al cinema, nei panni di uno zio che diventa l'incubo di un giovane canadese innamorato della nipote del boss.
La sensazione, è che la serie sia ad un altro livello. Superiore, ovviamente.
Trailer
Torno da mia madre
Commedia leggera leggera made in France.
Niente di nuovo sul fronte "figlia che torna a casa", ma qualche risata la può strappare.
Trailer
Paradise Beach - Dentro l'incubo
Blake Lively sola, in costume, sopra una boa in alto mare. A darle la caccia, o meglio, ad aspettare un suo errore e l'arrivo dell'alta marea, un famelico squalo.
L'incubo è servito, la visione guilty pleasure della settimana pure.
Trailer
Mia madre fa l'attrice
Dopo Noi non siamo come James Bond (che prima o poi riuscirò a vedere), Mario Balsamo riporta la madre sul grande schermo, attrice mai esplosa, la cui parte più importante fu in La barriera della legge di Piero Costa.
Un documentario buono e nostalgico, da segnare.
Trailer

24 agosto 2016

Grandma

E' già Ieri. -2015-

La nonna è una poetessa senza più ispirazione, arrabbiata con il mondo, burbera e ancora in lutto dopo la morte della compagna di una vita, che scarica anche l'ultima fiamma.
La figlia è una donna in affari che non ha nemmeno avuto il tempo per trovare un uomo, e quindi una figlia l'ha avuta da sola.
La nipote, giovane e ingenua, si ritrova incinta, e disperatamente alla ricerca di 630 dollari per abortire.
Prima che a una madre troppo impegnata, troppo rigida e poco comprensiva, andrà a chiederli a quella nonna aperta che sotto una scorza dura nasconde un gran cuore.
Peccato che quella nonna si ritrovi al momento al verde, avendo saldato tutti i debiti -compresi quelli medici-. a suo carico, avendo fatto della sua carta di credito uno scaccia pensieri che si muove al vento.

23 agosto 2016

The Get Down

Quando i film si fanno ad episodi

Una serie TV firmata Baz Luhrmann.
E poco importa se i fasti di Moulin Rouge sono un ricordo lontano, che nemmeno il folle, malinconico, confuso Grande Gatsby ha saputo oscurare.
Una serie Baz Luhrman è comunque un evento, anche perchè porta la firma Netflix, una garanzia ormai che produce solo qualità.
E infatti, qualità The Get Down ne ha da vendere.
Siamo nei ruggenti anni '70, in quel Bronx dove la malavita, la povertà, la criminalità regna sovrana: case che bruciano, baccano per strada, droga che gira, bande che si formano.
E soprattutto la musica.

22 agosto 2016

Biglietto, Prego! - Il Boxoffice del Weekend

Si torna a fare i conti in tasca ai cinema italiani, e qualcosa, seppur lieve, si muove.
Suicide Squad continua a farla da padrone, mettendo in ombra sia il Disney Elliott (forse troppo per famiglie) che l'horror The Witch da cui ci si aspettava molto di più, ma forse i giovani in vacanza e l'uscita in ritardo rispetto alla rete, han giocato contro.
In attesa che la vera stagione cinematografica abbia inizio, accontentiamoci di questi numeri.


I dettagli:

20 agosto 2016

Green Room

E' già Ieri. -2015-

Una data saltata.
Una data deludente al fast food in cui si è raggranellato gran poco.
Un bisogno di soldi.
Il fidarsi di un punk, di suo cugino, di una data in un posto mai sentito.
La scelta non proprio felice di iniziare un concerto in un locale naziskin con la cover di Nazi Punks Fuck Off dei Dead Kennedys.
Un telefono dimenticato.
Una foto scattata e il panico che sopraggiunge.
Quale di queste cose scatena il peggio? L'incubo?
Quale di queste scelte, opzioni del destino trasforma un semplice concerto in un locale nazi in una trappola da cui è impossibile uscire, in una sequela di sangue dove all'improvviso i morti, le mani mozze, la perdita degli amici diventano normalità?
Una in particolare?
Tutte?
Tutte probabilmente.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...