9 settembre 2017

Venezia 74 - I Vincitori

Nessun premio al mio Leone di Caffè, il Primo Canto di Kechiche, ma va bene così. Va bene perchè The Shape of Water è stato a lungo il mio favorito, superato ma di pochissimo dal cuore francese e dalla perfezione, soprattutto livello di scrittura, di Three Billboards... giustamente premiato per la sceneggiatura.
Questa 74esima edizione è finita, con numeri spettacolari, con film in concorso mai così belli, cosa non così scontata.
Restano perplessità per quel Sweet Country, per il bocca asciutta di Sutherland e la McDormand, ma qualcosa mi dice che potrebbero rifarsi agli Oscar.
Diamo spazio a loro, allora, ai vincitori, rimandando ulteriori commenti a domani.



Premio Speciale della Giuria
Sweet Country di Warwick Thornton

Miglior Sceneggiatura

Premio Marcello Mastroianni al miglior attore esordiente
Charlie Plummer per Lean on Pete di Andrew Haigh


Coppa Volpi miglior interpretazione maschile
Kamel El Basha per The Insult


Coppa Volpi miglior interpretazione femminile
Charlotte Rampling per Hannah


Gran Premio della Giuria
Foxtrot di Samuel Maoz

Leone d'Argento per la miglior regia
Jusqu'à la Garde di Xavier Legrand

Leone d'Oro
The Shape of Water di Guillermo del Toro


E ora alcuni premi collaterali:

Premio Orizzonti Miglior Film
Nico, 1988 di Susanna Nicchiarelli

Premio Orizzonti Miglior Regia
Vahid Jalilvand per No Date, No Signature 

Premio Speciale della Giuria Orizzonti
Caniba di Verena Paravel, Lucien Castaing-Taylor

Premio Orizzonti Miglior Attore
Navid Mohammadzadeh per No Date, No Signature  

Premio Orizzonti Miglior Attrice
Lyna Khoudri per Les Bienheureux

Premio Orizzonti Miglior Sceneggiatura

Los Versos del Olvido di Alireza Khatami 

Premio Orizzonti Miglior Cortometraggio
Gros Chagrin di Cèline Devaux

Premio Luigi de Laurentiis Miglior Opera Prima
Jusqu'à la Garde di Xavier Legrand

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...